Tu sei qui: Home / Notizie / Sistemi per il FAI.
Data di pubblicazione: 09/11/2017

Sistemi per il FAI.

Per il triennio 2017-2019 abbiamo scelto di sostenere il FAI, per la cura e la tutela del Parco del Castello di Masino.

sistemi per il fai 2A partire dalla condivisione di valori e di obiettivi, Sistemi da molti anni sostiene concretamente il FAI: dopo l’iscrizione al programma Corporate Golden Donor e la sponsorizzazione dei concerti del FAI al Teatro Regio di Torino, nel 2010 abbiamo contribuito anche alla messa in sicurezza della Strada dei 22 giri, all’interno del Parco del Castello di Masino.

In continuità con queste iniziative, ha scelto di dedicare il triennio 2017-2019 alla cura e la tutela del Parco del Castello con un contributo all’attività di manutenzione ordinaria complessiva.
Per circa quaranta ettari, dal borgo di Masino fino al "Gravellino", vicino a Vestignè, in una posizione eccezionale, il Parco si estende da un versante all’altro della collina su cui sorge il Castello, all’interno dell’anfiteatro morenico d’Ivrea, in un paesaggio straordinario e incontaminato.
Dalla verifica delle condizioni fisiologiche e di stabilità degli alberi più antichi alla fertilizzazione delle antiche siepi e degli arbusti del Giardino dei Cipressi e del Giardino delle Rose; dalla potatura degli alberi e delle siepi che formano il labirinto alla pulizia della Strada dei 22 giri: sono molteplici e svariate le attività che ogni giorno il FAI è impegnato a svolgere per mantenere il patrimonio verde del Castello, affinché possa essere vissuto e goduto dai visitatori.

In continuità con queste iniziative, per il triennio 2017-2019 abbiamo scelto di sostenere il FAI per la cura e la tutela del Parco del Castello di Masino.
Per circa quaranta ettari, dal borgo di Masino fino al "Gravellino", vicino a Vestignè, il Parco si estende da un versante all’altro della collina su cui sorge il Castello, all'interno dell’anfiteatro morenico d’Ivrea, in un paesaggio straordinario e incontaminato.
Sosteniamo il FAI affinché possa svolgere le molteplici attività necessarie ogni giorno per mantenere il patrimonio verde del Castello per essere vissuto e goduto dai visitatori.

 

Leggi la notizia sul sito del FAI>>